Come funziona la vista?

La retina, situata sul fondo dell’occhio, è costituita da oltre 100 milioni di cellule fotosensibili e riveste come una pellicola gran parte dell’occhio interno. Funziona come una pellicola fotografica quando i raggi luminosi entrano dalla pupilla. Attraverso il cristallino viene proiettata un’immagine sulla retina che le cellule fotosensibili traducono in impulsi nervosi. Il nervo ottico trasporta l’informazione al cervello, il quale da ultimo trasforma la rappresentazione nella visione dell’immagine. In virtù del centro della macula, la cosiddetta fovea, l’immagine può essere messa a fuoco.

Sotto la retina si trovano la coroide e la sclera. Tra di esse si trova uno strato pigmentato (l’epitelio pigmentato). La coroide è attraversata da diversi vasi sanguigni che portano ossigeno e nutrienti a una parte della retina e che eliminano i «prodotti di rifiuto» quotidiani. La coroide è sottoposta a particolare stress direttamente sotto la macula. Lo strato più esterno, la sclera, serve da manto protettivo per l’occhio.

L’occhio umano

Il centro della macula, la fovea, è il punto di massima acuità visiva ed è specializzata nel riconoscimento dei colori. L’irrigazione sanguigna di questa parte della retina avviene soprattutto attraverso la coroide sottostante.